Technical difficulty   Moderate

Coordinates 409

Uploaded August 24, 2012

Recorded August 2012

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
10,352 f
8,415 f
0
0.7
1.3
2.62 mi

Viewed 11255 times, downloaded 177 times

near Tonale, Lombardia (Italia)

Fantastico itinerario di eccezionale interesse paesaggistico, naturalistico e storico.
Si snoda attorno ai 3000 metri di quota, sulle impervie creste tra il Castellaccio ed il Pisgana. Segue la vecchia linea di confine con l'Impero austro-ungarico. Ripercorre gli arditi camminamenti, gallerie e triceramenti della prima linea italiana durante la prima Grande Guerra.
Maestoso panorama sulle vette e i ghiacciai del gruppo dell'Adamello.
Il sentiero dei Fiori, ad oggi, si svolge dal Passo Castellaccio al Passo Pisgana, ed è in continua evoluzione seguendo tutto il filo delle creste che formano la catena orografica.
Pregevole la presenza della flora alpina d'alta quota che ha dato il nome al sentiero con saxifraghe, cerasti, linarie, ranuncoli, androsaci e doronica.
Dal Passo del Tonale, si raggiunge con gli impianti il Passo Paradiso, 2587 m.
Si supera il primo laghetto al secondo Laghetto Monticelli inferiore, si costeggia sulla destra. Il colle è già visibile dal largo abbassamento in direzione delle creste rocciose sovrastanti. Si prende il sentiero - segnavia Cai n° 44 e bolli bianco e rossi. La traccia rimonta in modo tortuoso tra grossi ammassi il valloncello. Infine sale ripido nell’ultimo tratto tra detriti e rocce, supera masse di filo spinato, sino a sbucare al valico, 2963 m - ore 1,45.
Notevole panorama in particolare sulla conca di Ponte di legno sulle cime del Gruppo dell’Adamello.
Da qui, in direzione sud si risale ancora la cresta ci si porta sul versante occidentale della val Sozzine, con percorso in sali scendi avvalendosi di sicuri infissi e ancoraggi, superando passerelle in legno in un ambiente severo ed esposto, si passa dal punto ove in verticale si può salire, facoltativamente al “nido d’aquila”, postazione avanposto di osservazione, si perviene subito dopo alla galleria sotto il Gendarme di Casamadre (circa 70 m, utile una pila) oppure si percorrono le due recenti ardite passerelle in acciaio, sospese nel vuoto di 75 e 55 m, ricostruzione moderna di quelle costruite dagli alpini durante la guerra.
Dopo il superamento si rende visibile il rimanente percorso ed il corno di Lago Scuro. Si traversa ancora su sentiero più marcato e meno esposto fino ad aggirare ancora con catene l’intaglio che precede il Corno. Poi ancora ad aggirare la spalla si arriva in salita alla vetta e al vicino Bivacco "Amici della Montagna" - 3166 m - ore 1.50 dal Passo del Castellaccio.
Il bivacco gestito dall’Associazione Amici della Montagna, è ricavato da una baracca militare, adattata insieme al sentiero dalla meticolosa opera della Guida Alpina Giovanni Faustinelli, a cui va il merito di questo stupendo itinerario.
Panorama dal cucuzzolo veramente splendido ghiacciai e cime del massiccio. Qui normalmente è possibile considerare finito l'itinerario.
Dal sentiero, che continua dal bivacco ci sono diverse possibilità. Quella seguita, tra le più brevi ma impegnativa, consiste nello scendere, proseguendo verso il passo di Lagoscuro, fino ad incontrare subito un bivio prendere subito la traccia che piega a sinistra raggiunge un intaglio ci si cala verticalmente su via ferrata sul sottostante rimasuglio del ghiacciaio del Presena, si taglia in orizzontale la sua lingue, prestare attenzione, si raggiungono grossi massi che conducono alla Capanna Presena
Volendo si può proseguire con la seconda tratta del sentiero attrezzato che, sempre sul filo di cresta e prevalentemente sul versante Occidentale, raggiunge prima il Passo di Lago Scuro per risalire poi alla panoramica Cima Payer 3056 m . Si può poi scendere al Lago Scuro e risalire per il Passo Maroccaro al residuo Ghiacciaio del Presena.

Dislivello: 570 m Paso Paradiso al bivacco di Corno Lago Scuro.
Difficoltà: via attrezzata, e ferrata a seconda dei successivi percorsi nella zona. Solo per escursionisti dotati della indispensabile attrezzatura
Tempi: salita al Passo Castellaccio dal Passo Paradiso con sentiero n° 44 in ore 1.45 circa.
P.so Castellaccio Corno di Lago Scuro ore 1.45;
Corno di Lago Scuro Cima e Passo Payer ore 1.30.

3 comments

  • Photo of BATTISTAPLUTO

    BATTISTAPLUTO Jul 29, 2013

    Non l'ho mai percorso, sicuramente merita di vedere i posti dove i nostri alpini hanno creato percorsi tra le nuvole!

  • flauro Jan 28, 2014

    I have followed this trail  View more

    percorso fatto a Luglio 2012,bellissimo e molto toccante

  • Photo of zagor76

    zagor76 Aug 19, 2014

    Confermo che è un giro stupendo!
    Da fare!
    Appena posso vado a vedere le nuove passerelle che erano in costruzione quando lo feci....
    ciaooo

You can or this trail