Download

Distance

24.89 mi

Elevation gain

5,850 ft

Technical difficulty

Moderate

Elevation loss

2,602 ft

Max elevation

5,405 ft

Trailrank

32

Min elevation

1,014 ft

Trail type

One Way
  • Photo of Cantù - Monte San Primo con discesa per la Cresta + Monti Ponciv e Punta dell'Asino tot 80km 2250D+
  • Photo of Cantù - Monte San Primo con discesa per la Cresta + Monti Ponciv e Punta dell'Asino tot 80km 2250D+
  • Photo of Cantù - Monte San Primo con discesa per la Cresta + Monti Ponciv e Punta dell'Asino tot 80km 2250D+
  • Photo of Cantù - Monte San Primo con discesa per la Cresta + Monti Ponciv e Punta dell'Asino tot 80km 2250D+
  • Photo of Cantù - Monte San Primo con discesa per la Cresta + Monti Ponciv e Punta dell'Asino tot 80km 2250D+
  • Video of Cantù - Monte San Primo con discesa per la Cresta + Monti Ponciv e Punta dell'Asino tot 80km 2250D+

Moving time

5 hours 22 minutes

Time

9 hours 50 minutes

Coordinates

6274

Uploaded

April 10, 2021

Recorded

April 2021
Share
-
-
5,405 ft
1,014 ft
24.89 mi

Viewed 175 times, downloaded 2 times

near Cantù, Lombardia (Italia)



Arrivo in ritardo di una settimana con questo report, purtroppo per i postumi dal troppo tempo in sella che non mi hanno permesso di sedermi di fronte al PC se non strettamente e con sofferenza per l'attività lavorativa, qualcuno vedendo il video, forse penserà, una sella o meglio una bici nuova…..no….
Comunque anche questo è uno dei motivi per cui le gite chilometriche in genere non sono mai state indicate sulla mia bacheca. Eppure l'entusiasmo nel raggiungere quello che considero da sempre uno dei più straordinari scorci prealpini mi ha dato la volontà di portare a casa questa escursione che già avevo tentato via Brunate la settimana precedente ma non raggiunta per troppa neve.

Nel Video ho cercato di mettere tutte le tappe e le indicazioni di quello che vado a scrivere:
Parto in notturna da Cantù, uno spettacolo di cinguettii, a Montorfano raggiungo il compagno di viaggio, prendiamo per Albavilla, poi la salita per l'Alpe del Viceré che risulta perfetta come pendenze e fondo e per la prima volta nella vita la faccio senza incontrare nessuna bicicletta.
Poi salita alla capanna Mara, Rif. Riella, un po' di residuo nevoso che però non ci impedisce di raggiungere agevolmente la Colma di Sormano dove rientriamo un po' nel "casino" da fine settimana.
Da qui per la classica salita su mulattiera quasi perfetta che ci conduce alla base della cima che raggiungiamo con brevissimo portage.

Panorama straordinario sulla catena alpina leggermente imbronciata verso il Monte Rosa e sul Lago di Como.

Discesa, nonostante siamo già oltre i 1700m di dislivello, invece che per la semplice mulattiera, sia per l'aspetto paesaggistico che per quello tecnico, scegliamo gli stancanti su e giù delle creste che ci regalano belle emozioni anche per i voluti passaggi su neve.
Arrivati al Terrabiotta, optiamo per la risalita al Monte Ponciv dove godiamo di un panorama diretto su Grigne e ramo di Lecco e l'immancabile bolla dove si rispecchiano le nubi minacciose; ma queste, con grande fortuna invece che coprirci il sole, ci regalano stupendi scorci coreografici per tutto il rientro.
Ritornati alla Colma ci aspetta la mazzata finale, ovvero i 200m di risalita ai quali aggiungiamo gli altri 100 dell'ultimo colpo di grazia risalendo anche la Punta dell'Asino, forse però la più bella discesa del tour anche se al limite della tenuta dei freni.
Risaliamo di nuovo alla bocchetta di Lemna per goderci il misto nubi e sole sui laghi e la pianura e qui termino con le riprese video perché si sta facendo di nuovo buio. In discesa dopo essere appagatissimi, evitiamo altre sterrate ed approfittiamo del perfetto fondo stradale per ritornare a valle, poi credo che il Video lo faccia capire meglio di tutte queste parole.

Tendenza ottima visto che la neve è ormai del tutto sparita dal tracciato

Periodo migliore aprile/novembre a dipendenza dell'innevamento

View more external

Comments

    You can or this trail