• Photo of 2021-03-25 Roma, passaggio a Nord Ovest
  • Photo of 2021-03-25 Roma, passaggio a Nord Ovest
  • Photo of 2021-03-25 Roma, passaggio a Nord Ovest
  • Photo of 2021-03-25 Roma, passaggio a Nord Ovest
  • Photo of 2021-03-25 Roma, passaggio a Nord Ovest
  • Photo of 2021-03-25 Roma, passaggio a Nord Ovest

Time  8 hours 31 minutes

Coordinates 5447

Uploaded April 20, 2021

Recorded March 2021

-
-
7,319 ft
11 ft
0
19
38
75.17 mi

Viewed 20 times, downloaded 1 times

near Volusia, Lazio (Italia)

Roma, passaggio a Nord Ovest, dalla Francigena a Castel di Guido, per Maccarese e Fiumicino fino alla Città Eterna sulla Regina Ciclarum!
Un giro bellissimo che con una serie di strade, per la maggior parte poco frequentate, ma anche con molta ciclabile, parchi e sterrati, descrive un anellone di 121 km. Mai impegnativo, se non per la lunghezza, il giro offre di tutto, dal traffico (poco) cittadino, alla campagna , ai single track, fino alla ciclabile. Provo a descriverlo, ma solo nei punti cruciali e più rappresentativi. Si comincia dalla Francigena, il tratto che passa nel parco dell'Insugherata, poi Cassia, Trionfale e una miriade di stradine attraversano Selva Candida e Selva Nera per arrivare a sbucare dopo Casalotti. Un breve tratto di Via Boccea (forse il tratto più "fastidioso") e si gira a sinistra, e per un pò ci dimentichiamo il traffico cittadino ed il frastuono delle auto. Si procede per parecchio prima di arrivare sulla Via Aurelia, si attraversa (tranquilli......c'è il ponte!) e dopo la concessionaria si prende la sterrata da destra. Qui comincia il tratto più "off-road" di tutto il giro, nella campagna di Maccarese che via via arriva al mare. Unica nota di questo tratto che, al km 39 circa, c'è un tratto pieno di fango argilloso, potrebbe convenire percorrere il sentiero che passa per le antenne andando dritti prima di superare il cancello. Passata questa criticità si arriva in prossimità di Maccarese Scalo, si gira a sinistra e si prosegue su asfalto e si supera l'autostrada per ben tre volte, poi si supera la ferrovia per trovarsi a ridosso della dell'aeroporto. Si gira intorno all'aeroporto fino a raggiungere la ciclabile di Coccia di Morto, anch'essa posta sul perimetro dell'aeroporto, giunti in fondo si gira a sinistra, poi a destra e dopo un breve tratto di portuense si aggancia la Regina Ciclarum che si percorre fino a Ponte Sisto. Da qui, lasciata la ciclabile, si passa per Piazza Trilussa e dopo aver percorso Via Garibaldi si entra a villa Phanphili. Si esce sull'Aurelia Antica, un tratto di traffico urbano e si arriva al parco del Pineto. Una volta usciti da questo parco si raggiunge il Gemelli da dove si prende la ciclabile di Monte Ciocci fino alla fine, a S. Maria Della Pietà, si attraversa la Triofale e si entra nella riserva dell'insugherata, altro grande spettacolo del giro! Rapidamente ci dimentichiamo di essere a Roma, almeno fino a quando non arriviamo fuori della riserva, dopo aver ripercorso in senso opposto un breve tratto del sentiero fatto al mattino. Usciti dalla riserva si gira a sinistra e dopo un paio strappetti in asfalto si gira a sinistra e si arriva sulla cassia, girando a sinistra , in 400 metri si chiude l'anello.
Dati finali del giro
121 km
1300 mt dislivello in salita

Comments

    You can or this trail