-
-
4,044 ft
2,020 ft
0
8.3
17
33.23 mi

Viewed 144 times, downloaded 6 times

near Villerose, Lazio (Italia)

Il gran giro della VdS, per l'85% su sterrato. Dalla frazione di Villerose si scende verso il fiume e si prende la sterrata a sinistra fino alla frazione di Grotti. Qui si percorrono 2 km circa di provinciale e prima di entrare a Torano si prende la sterrata a destra che passa sotto la A 24. Si seguita, lasciandosi il fiume a sinistra, si segue la carrareccia che ad un tratto diventa poco evidente perchè passa nel prato, si prosegue fino a lambire la sponda del fiume, si prende a destra, si percorre la radura erbosa fino alla carrareccia che si prende a destra. Comincia qui il pezzo inedito (finora!) che cercavo da tempo, ebbene, la vecchia strada che sale fino a Marano dei Marsi. Si comincia infatti a salire su comoda carrareccia, ripida ed abbastanza impegnativa. L'ambiente è unico e solitario, si pedala bene fino alla fonte, poi il sentiero si restringe ad un single track che, per la presenza di sassi, ci costringe spesso a scendere, tuttavia , spingismo a parte, non ci sono particolari difficoltà. Il tratto "ostile" non è lungo e vale assolutamente la pena. Si riesce così sulla strada asfaltata sopra a Marano dei Marsi, a circa 950 metri di quota, si prende a destra e si continua a salire sulla carrareccia comoda ma difficoltosa che porta a svalicare ai 1100 metri circa. Qui ci si affaccia sulla piana di Avezzano, sotto di noi Tagliacozzo etc, si inizia a scendere su fondo smosso e a tratti anche insidioso, si percorrono diversi km prima di arrivare al paese di S. Donato. Superato il paese si prende la stradina asfaltata che sale a sinistra, e dopo 1 km si prende lo stradello sterrato a destra. Qui inizia una parte molto divertente, su sterrato che percorre tratti del sentiero dei briganti, su comode sterrate, tra discese e salite anche impegnative, si raggiunge la frazione di Sorbo. Si comincia a scendere su stradina asfaltata e si raggiunge Scurcola da dove, con una sterrata in pianura con vista "Velino" si raggiunge la ss578, si attraversa e si prende la provinciale che sale a Rosciolo. Dopo un km si prende a destra, in fondo a sinistra e si segue il "sentiero del grifone", su sterrato. Inizia qui la salita più impegnativa del giro: circa 500 metri in meno di 7 km!! Finito lo sterrato si prende a destra e si seguita sulla stradina asfaltata e poco frequentata che dal paese sale fino alla chiesetta di S. Maria in Valle Porclaneta. Subito prima della chiesa, in corrispondenza di uno slargo e di un pannello informativo, si prende la (dura) sterrata in salita che in 1.5 km ci porta alla cima Coppi di Passo le forche ai 1200 metri di quota alle pendici del Velino. Alla croce si svalica esi comincia a scendere seguendo la bellissima carrareccia, a tratti sassosa ed impegnativa e che presto entra nel fitto bosco. La pendenza aumenta, sopratutto nel tratto prima dell'attacco della Valle di Teve, quindi si prosegue, ormai comodamente, fino all'antico borgo di cartore. Superata la fontana, dopo 600 metri, si prende la sterrata a sinistra, si perde quota , rapidamente, su una discesa compatta e divertente, si arriva ad una fontana dove il fondo diventa un po smosso, si continua a scendere fino al bivio, si gira a destra, si passa sotto alla A24 e si incrocia la ss, si supera la rampetta sterrata, si prende a sinistra e quindi, ancora a sinistra, si prende la via delle Baite dove comincia l'ultima (breve) salita che, risalendo per 200 metri circa in 3 km porta al colle Vena Francesca. La vista della Duchessa e del Velino ripagano lo sforzo fatto, ora si comincia a scendere, seguendo il sentiero nella radura erbosa fino ad entrare in un boschetto con la strada in discesa, al bivio si prende a destra e si percorre tutto il tranquillo bosco, fino ad una radura erbosa dove si gira a destra, si risale per qualche centinaio di metri e si prende a sinistra, nel prato. Si scende velocemente, si piega a destra, si oltrepassa un filo spinato (non sempre presente) , si gira a sinistra e subito a destra, si segue la traccia e proseguendo nella radura erbosa si arriva a vedere il paese di Borgorose a sinistra, si percorre una rampa in discesa e si prende la carrareccia che entra in paese da dove, in 2 km , si torna al punto di partenza.
Dati tecnici 54 km x 1600 mt di dislivello.
Giro impegnativo e appagante al tempo stesso.
Aver percorso l'antico sentiero che da Torano porta a Marano è stato molto bello.
Il giro è per la quasi totalità su sterrato, impegnativo per lunghezza e dislivello.
Diverse sono le fonti lungo il percorso.

1 comment

  • Photo of Fabio - Born To Trek

    Fabio - Born To Trek Mar 13, 2021

    Ciao Conte70, gran bel giro e bella descrizione! Ti volevo chiedere se posso linkare il tuo percorso sul mio sito borntotrek.it (giuro nessun lucro personale, solo voglia di raccogliere percorsi belli e ben descritti in maniera affidabile). Se vuoi maggiori info contattami pure su FB https://www.facebook.com/fabiodangelo1986 o tramite mail fabiodangelo1986 (at ) gmail ( dot) com
    Eventualmente disponibile anche per esplorare assieme nuove zone (...appena passano questi giorni di chiusure). In ogni caso buona strada :)

You can or this trail