Time  3 hours 44 minutes

Coordinates 1553

Uploaded April 9, 2020

Recorded December 2019

-
-
4,171 ft
2,427 ft
0
1.8
3.6
7.2 mi

Viewed 181 times, downloaded 8 times

near Elcito, Marche (Italia)

Lasciata l'auto appena fuori Elcito (parcheggio a occhio con 7-8 posti) seguiamo l'asfalto verso sinistra, lasciando alle spalle il piccolo borgo.
Dopo circa 250 metri, in corrispondenza di un tornante a salire, lasciamo la strada per prendere a sinistra il sentiero (segnavia 209) che scende al piccolo cimitero e poi riguadagna l'asfalto.
Proseguiamo in leggera discesa per circa 100 metri, poi lasciamo definitivamente la strada per prendere a destra, sempre in corrispondenza di un tornante, la carrozzabile bianca diretta a Valfucina (segnavia 209).
Dopo circa 400 metri raggiungiamo il piccolo gruppo di case con la chiesa (Santa Maria di Valfucina) e, superatele, la carrozzabile si fa più stretta e comincia a salire lievemente, tagliando un vasto pascolo tra due bordure di alberi.
Man mano che si procede, la pendenza aumenta e la carrozzabile diventa tratturo e poi, entrati nel bosco, un sentiero che risale più deciso fino a sbucare all'aperto in prossimità del Monumento Canfaito.
Alla stele andiamo a sinistra in piano su asfalto per circa 270 metri, poi svoltiamo a destra per prendere il sentiero (segnavia 165) che sale per tracce tra prati e roccette fino alla Monte La Forcella.

##
Il 165 è più una traccia che un sentiero. Nei tratti di bosco è abbastanza riconoscibile, mentre in quelli aperti si perde e bisogna andare un po' a vista, aiutati di tanto in tanto da qualche tacca di vernice. In caso di nebbia o nuvole basse potrebbe essere un problema.
##

Arrivati sulla cima del La Forcella (riconoscibile da una sorta di bassa asta) si prosegue dritto verso nord, individuando una traccia che scende ripida tra gli alberi e, dopo un centinaio di metri, riprende repentinamente a salire, nuovamente allo scoperto tra erba e pietre.
I primi 150 metri sono prossimi al 40%, poi la salita molla leggermente e, sempre con un occhio a cercare le tacche ed un'altro al gps, superiamo la zona dei Sassi Grigi.
Proseguiamo in cresta, ora senza difficoltà di orientamento, e poco circa 600 metri siamo sul Monte Faldobono.
Dopo aver goduto del panorama, seguiamo il sentierino (sempre 165) che comincia a scendere, curvando verso sinistra e rientrando nel bosco.
Arriviamo su una carrozzabile inerbita che abbandoniamo dopo pochi metri, per proseguire a destra (sempre 165) in discesa tra l'erba alta, fidandoci del gps.
Continuiamo nel bosco, alternando di tanto in tanto qualche tratto leggermente più aperto, seguendo la traccia che serpeggia ora a destra, ora a sinistra di una vecchia recinzione caduta a terra (occhio al filo spinato qua e la ancora presente) e passiamo praticamente senza accorgercene il Monte San Vicinello (poco più di una gobba).
Dopo circa 350 metri arriviamo ad un bivio a T, dove lasciamo il 165 che va a sinistra in salita per andare a destra su carrareccia non segnata che cala fino ad incrociare il sentiero 209. Svoltiamo a destra, sempre in discesa, sulla mulattiera fortemente erosa dalle piogge.
Dopo circa 200 metri, arriviamo ad un bivio con un abbeveratoio (trocchio nel dialetto locale), dove lasciamo la mulattiera per tenere la destra, su una traccia fangosa che, superata la vasca, si perde.
Noi a questo punto ci siamo tenuti sulla destra, risalendo al prato e poi andando ad occhio per circa 170 metri, dopo la radura termina a ridosso del bosco e il sentiero torna chiaro.
Man mano che proseguiamo il sentiero si allarga a carrareccia, passando per un'area di recente taglio boschivo.
Arrivati ad un incrocio andiamo dritti e poi, dopo circa 750 metri, raggiungiamo l'asfalto.
Lo seguiamo per qualche decina di metri per poi svoltare a destra e subito a sinistra, su carrozzabile bianca (sempre 209).
La strada, inizialmente in piano, risale dolcemente in un'ampia zona pascoliva del Monte Vincola, supera una prima gobba e poi, dopo un leggere discesa, risale più deciso fino alla cima del Monte La Pereta.
Puntiamo ora la grande croce lignea 300 metri di fronte a noi (bel punto panoramico), incominciando la discesa finale.
Passata la croce, la traccia curva a destra e scende più o meno chiara fino a rientrare al piccolo borgo arroccato di Elcito, dove una visita è obbligatoria, e alla nostra auto.

Percorso il 27 Dicembre 2019.

Bell'anello con vari punti panoramici.
Nessuna difficoltà tecnica ma, secondo noi, merita di essere classificato come "medio" per numerosi tratti a vista che richiedono un poco di attenzione per mantenere la giusta rotta.
Photo

Partenza da Elcito

Partenza da Elcito
Photo

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
Photo

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
Photo

Chiesa Santa Maria di Valfucina

Chiesa Santa Maria di Valfucina
Photo

Valfucina

Valfucina
Photo

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
Photo

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
Photo

Monumento Canfaito

Monumento Canfaito
Photo

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
Photo

Verso la cima del Monte La Forcella

Verso la cima del Monte La Forcella
Photo

Discesa dal Monte La Forcella

Discesa dal Monte La Forcella
Photo

Salita ai Sassi Grigi col Monte La Forcella alle spalle

Salita ai Sassi Grigi col Monte La Forcella alle spalle
Photo

Il Monte San Vicino di fronte a noi

Il Monte San Vicino di fronte a noi
Photo

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
Photo

Vista dal Monte Faldobono

Vista dal Monte Faldobono
Photo

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
Photo

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
Photo

Il trocchio

Il trocchio
Photo

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
Photo

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
Photo

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
Photo

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
Photo

Vista dalla croce del Monte La Pereta

Vista dalla croce del Monte La Pereta
Photo

Rientro a Elcito

Rientro a Elcito
Photo

Elcito

Elcito

Comments

    You can or this trail