Time  7 hours 30 minutes

Coordinates 7828

Uploaded July 16, 2017

Recorded July 2017

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
7,446 f
3,570 f
0
3.5
6.9
13.84 mi

Viewed 2747 times, downloaded 38 times

near Alpe Russi, Piemonte (Italia)

Gita effettuata il 15 Luglio 2017

Splendida gita nel Parco dell'Alta valle di Antrona, una zona delle alpi piemontesi poco conosciuta, ma dall'alto valore naturalistico.Più conosciuta forse la diga del Cengino, famosa per gli stambecchi che si arrampicano su di essa per leccare i sali minerali dai suoi mattoni.

Premetto che ho classificato questa gita come facile, poichè i sentieri da me percorsi, non presentano difficoltà tecniche, ma il percorso risulta lungo e con un alto dislivello, pertanto la consiglio ad escursionisti allenati.
Volevo fare un percorso ad anello passando per il tunnel che parte dalla diga del Cengino ed arriva poco sotto la diga di Camposecco, ma arrivato all'entrata, ho visto che il tunnel era buio, alto 1mt e 70cm e correva accanto alla condotta dell'acqua lasciando solo circa 60 cm di spazio. Avrei dovuto camminare per qualche chilometro leggermente chinato e alla sola luce della mia torcia (c'erano alcune lampade, ma non si accendevano...)senza neanche una finestra sul panorama circostante, pertanto ho preferito tornare indietro passando per lo stesso percorso dell'andata, ed utilizzando il sentiero che passa a nord dei due laghi.

Ho parcheggiato l'auto presso l'Alpe Russi. E' possibile salire con l'auto presso la diga dei Campliccioli, ma la strada è consentita solo ai mezzi dell'Enel.E' stretta con pochi punti larghi per due auto, pertanto la salita è a vostro rischio (nonostante questo, il parcheggio sopra era pieno....)
Il sentiero corre in piano, poco sopra il lago di Antrona, sino al bivio con il sentiero in direzione dei Capliccioli. Da questo punto si incomincia a salire nel bosco con qualche
punto aperto per ammirare il bel panorama. Ad un certo punto il sentiero termina sulla strada asfaltata. La si segue per un tornate e poi ho proseguito su un sentiero che passa per una piana sotto la diga del lago di Campliccioli, per poi risalire presso il parcheggio.


Da questo punto, è possibile percorrere uno dei due sentieri che scorrono ai lati del lago.Per l'andata ho preferito prendere il sentiero Est che corre ad una decina di metri dall'acqua ed è scavato nella montagna.
Il percorso è all'ombra in mezzo ai pini con qualche sprazzo panoramico sul verde-azzurro lago. Bisogna comunque fare attenzione alle vecchie rotaie del trenino di servizio non più attivo.
In breve, si arriva alla fine del lago e si sale presso la bella e caratteristica Alpe Granariol, dove potete riempire le vostre borracce da una fresca fontana.


Proseguo il cammino seguendo il segnavia per la diga del Cengino (Sentiero C0/GTA) che sale in leggera pendenza lungo la valle, immerso in una splendida pineta.
Arrivato presso l'alpe Casaravera, gli alberi si diradano e appare il bellissimo panorama sulle cime del fondovalle tra cui il Pizzo Lamè, il Pizzo San Martino e la Punta Laugera.
Proseguo sullo stesso sentiero sino all'arrivo presso il bivio con il sentiero per il Lago Cengino.
Da questo punto in poi il percorso prosegue con pendenza più elevata e con parecchi tornati lungo la costa nord della valle, passando per i ruderi delle Alpi Saler e Cingino sino ad arrivare presso il Bivacco Cingino dove troviamo anche una fontana per rimpinguare le nostre vuote borracce.
Qualche foto al panorama e mi dirigo presso la diga dove noto dei puntini lungo la sua spiovente parete.


Più mi avvicino più mi accorgo che questi puntini si muovono....Arrivato presso di essa, vedo con piacere che le storie lette su internet riguardo questa diga, erano vere.
Quattro stambecchi sono abbarbicati sulle pareti a spiovente, mentre leccano i sali minerali che si formano sulla parete della diga.


Mi fermo a fare molte foto e qualche filmato e poi attraverso la diga passando sul lato sinistro, dove mi fermo su delle rocce al sole, per il pranzo e un pò di meritato riposo.
Proseguo verso l'entrata del tunnel della condotta, ma come spiegato in prefazione, torno su alla diga ed imbocco il sentiero di ritorno sullo stesso percorso dell'andata, ma non prima di aver fatto altre foto agli stambecchi abbarbicati alla diga.


Tornato all'Alpe Granariol, decido di proseguire lungo il sentiero che scorre sul lato ovest del lago dei Campliccioli, più bello e soleggiato di quello fatto all'andata a mio parere.
Arrivato presso l'impianto dell'Enel alla diga, decido di tornare all'Alpe Russi, percorrendo il sentiero GTA in direzione di Antronapiana e del Lago D'Antrona.
Questo sentiero resta molto più alto di quello fatto all'andata, ed offre uno splendido panorama della valle e del lago sottostante.
Arrivato presso l'alpe Ronco (molto bella e caratteristica), seguo il sentiero in direzione del lago, e poi torno all'Alpe costeggiando la sua riva saltellando di sasso in sasso (consiglio di fare la strada asfaltata una volta arrivato presso l'alpe Ronco...) sino a tornare presso il parcheggio di partenza.

I miei tempi:
Premetto che il cartello presso la partenza dà la Diga del Cengino per 4h e 30min.
40 Min per la Diga dei Campliccioli
20 Min. per l'Alpe Granariol
40 min per il bivio col Sentiero per la Diga del Cengino
1h e 25min per il Bivacco Cingino

3h e 10 min per la discesa.

Conclusione:
Questa è la mià prima volta nella Valle di Antrona e devo ammettere che mi è piaciuta molto. E' una valle molto meno famosa di quella di Macugnaga, confinante a sud, e che offre molte gite, pertanto merita di essere visitata nuovamente.

Buon Divertimento

11 comments

  • Photo of Elena Sofia

    Elena Sofia Jul 17, 2017

    I have followed this trail  View more

    Dalle foto appare un luogo stupendo dal punto di vista naturalistico.
    Vale la pena di visitarlo.

  • Photo of chicco90

    chicco90 Jul 17, 2017

    I have followed this trail  View more

    Gita magnifica.
    Mi spiace di non essere venuto, ma è un pò fuori dalle mie possibilità fisiche :)

  • Photo of alfiere nero

    alfiere nero Jul 17, 2017

    Vale la pena andarci anche solo per il giro dei laghi dei Campliccioli e il Lago di Antrona.
    Sono veramente semplici e ce la sicava in un giretto di 2h 3e 30min tutali.
    C'è anche molta gente che si ferma al primo lago per prendere il sole.

  • Photo of tabita85

    tabita85 Jul 17, 2017

    I have followed this trail  View more

    Allora va benissimo per le mie gambe.
    Ci andrò sicuramente.

  • Photo of capasanta

    capasanta Jul 17, 2017

    I have followed this trail  View more

    Zona Splendida.
    Ci sono stato parecchi anni fa e me lo ricordo come uno dei più bei posti in cui sono stato.

  • Marco Bassi Jul 17, 2017

    I have followed this trail  View more

    Gita faticosa, ma che merita.

  • Bellimbusto78 Jul 17, 2017

    I have followed this trail  View more

    Gran bel giro. Complimenti

  • Photo of SoniaSonia

    SoniaSonia Jul 17, 2017

    I have followed this trail  View more

    Luogo magnifico.
    Ottima gita e ben spiegata.

  • Photo of Stefanom75

    Stefanom75 Jul 17, 2017

    I have followed this trail  View more

    Percorso faticoso, ma bellissimo.

  • Il Necchi Jul 17, 2017

    I have followed this trail  View more

    Merita anche un giro all'alpe di Cheggio sempre sopra Antronapiana.

  • Photo of alfiere nero

    alfiere nero Jul 17, 2017

    E' già nel cassetto delle gite da fare ;)

You can or this trail