Time  8 hours 54 minutes

Coordinates 3852

Uploaded December 17, 2019

Recorded December 2019

-
-
6,600 ft
2,773 ft
0
2.7
5.4
10.71 mi

Viewed 130 times, downloaded 3 times

near Corvaro, Lazio (Italia)

Splendida giornata di Dicembre, con l'amico Alessandro arriviamo a Corvaro per ripetere un giro fatto da me poche settimane fa, ma in condizioni assolutamente diverse. Infatti la volta scorsa in solitaria, non avevo potuto ammirare i panorami, visto che la nebbia non me lo aveva permesso. Stavolta la neve e le buone condizioni atmosferiche lo renderà del tutto diverso.
Non conoscendo le condizioni della neve, ci attrazziamo con ciaspole, ramponi e piccozza; useremo solo i ramponi, il resto sarà solo peso inutile. Seguiamo antichi sentieri IGM, praticamente non più esistenti o quasi, ma data la scarsa vegetazione oltre una certa quota, si riesce a seguire facilmente la direzione. Anche stavolta cartelli che avvisano di una battuta al cinghiale in corso (hanno rotto un po' i coglioni, devo dire). Proseguiamo salendo sull'evidente sentiero che attraversa in più punti la sterrata per poi seguirla fino alla Fonte dei Copelli. Poche centinaia di metri più avanti, il bivio dove al ritorno si chiuderà l'anello. Prendiamo sulla destra seguendo un traverso che costeggia il bosco e poi sale abbastanza ripidamente in località Prata Andrea, fino ad un primo scollinamento sul Coppo di Cava, dove la neve ghiacciata, ci consiglia di calzare i ramponi per scendere una trentina di metri e poi ricominciare a salire. Restiamo a mezzacosta fino a prendere la dorsale che in meno di un chilometro ci farà guadagnare la vetta di Monte Cava (2000 m.). Non c'è nessuna croce, nessuna targa ad evidenziare la cima, solo un ammasso di pietre. La vista è stupenda, praticamente su tutti i gruppi dell'appennino centrale: Terminillo, Sibillini, Monti della Laga, Gran Sasso, Velino, tanto per citare i maggiori, ma si vedono anche i Prenestini, i Lucretili, i Sabini ecc... Restiamo incantati per un po' a rimirare tanta meraviglia, poi riprendiamo il cammino, anche perchè fermi fa piuttosto freddo; l'immancabile vento forte ci fa quasi sbandare mentre procediamo e siamo costretti a camminare più in basso della cresta per rimanere un po' ridossati. Raggiungiamo dopo circa cinquecento metri Monte Rotondo (1993 m.), anche qui nessuna croce o targa. La lunga dorsale, circa tre chilometri, non è facile da percorrere, tratti di neve ghiacciata dove i ramponi vanno alla grande, si alternano a tratti di neve più soffice, dove il piede affonda a volte anche fino al ginocchio, ci fanno faticare non poco per superarla. Raggiungiamo comunque il punto di cambio direzione e iniziamo a scendere. Al riparo dal vento, con una temperatura più mite, ci fermiamo per mangiare i nostri panini, prima di affrontare la lunga discesa in traverso che ci porterà alla chiusura dell'anello e seguendo lo stesso percorso dell'andata, di nuovo all'auto.
Waypoint

MONTE CAVA

Waypoint

MONTE ROTONDO

Waypoint

VEDUTE

Waypoint

FONTE DEI COPELLI

Comments

    You can or this trail