Coordinates 860

Uploaded January 12, 2020

-
-
5,600 ft
934 ft
0
2.6
5.2
10.34 mi

Viewed 634 times, downloaded 15 times

near Sora, Lazio (Italia)

Data 28-12-2019
Tempo in movimento 5:30h
Tempo complessivo 7:00h
Escursione emozionante e paesaggisticamente appagante, nata per vedere i resti del Douglas DC-3 caduto il 30 marzo 1963 provocando 8 morti, e per ammirare il panorama all'alba su Sora e sulle montagne del PNALM. Peccato per il forte vento e per la giornata inizialmete soleggiata ma molto fredda.
Partenza alle 6:30 in prossimità di Piazza S.Rocco, si sale sino a via Forca e la si percorre per qualche centinaio di metri. Svoltata la curva sulla sinistra inizia il sentiero Serra Alta 623. Si sale subito con fatica, si costeggia un casale e si prosegue a salire su un tracciolino breccioso. Qualche minuto e si svolta di nuovo a sinistra per il sentiero S.G. Grotta delle Monache. Il panorama salendo comincia a colorarsi di sfumature spettacolari. Il forte vento e le nuvole minacciose che si alzano dall'Adriatico vengono per ora respinte dalle montagne del PNALM ma ben presto cadrà una leggera neve mista ad acqua. Si sale faticosamente sino a raggiungere uno stazzo composto da baracche in prossimità di Colle Sant'Angelo, i segni del CAI ci indicano la direzione per la cresta, ancora si deve salire molto.
Dopo non poca fatica si inizia a percorrere la cresta, finalmente si ha un punto di vista anche su Pescosolido, sul Monte Cornacchia e sulla valle di Balsorano. Il vento ora lo si prende tutto in faccia. La traccia ora è veramente panoramica, si spazia dai Monti Lepini, la piana di Ferentino e Frosinone, Sora e i monti della Meta...
Il tracciolino evidente conduce dopo molto tempo e svariati saliscendi e un turbinio di foglie sino alla lapide dedicata al disastro aereo, ogni anno gli abitanti del posto dedicano una manifestazione religiosa sul luogo dell'accaduto. I resti dell'aereo sono visibili affacciandosi dietro la lapide. La discesa al relitto è molto ripida, terreno ricoperto di foglie misto a ghiaccio lo rendono impegnativo (vi è lì accanto una piccola croce dove è stato rinvenuto il corpo di una delle vittime), in più le temperature poco sopra lo zero non permettono di sostare molto. Purtroppo il relitto è stato vandalizatto da scritte e altri componenti dell'aereo sono sparpagliati lungo il crinale o sono stati sottratti.
Poco dopo la lapide si trova la cima di Serra Alta. Punto panoramico privilegiato su tutta la valle di Balsorano, sui monti Ernici (spicca Pizzo Deta) e sulla dorsale che dal monte Cornacchia si spinge sino a Luco dei Marsi.
Per tornare indietro, poco sotto la lapide corre il tracciolino (sentiero 624) che conduce alle grotte del brigante Chiavone. Il tracciato è evidente e segnato inizialmente, ma le svolte continue possono indurre all'errore (noi abbiamo smarrito il sentiero e ci siamo trovati in mezzo ad una battuta di caccia al cinghiale, abbiamo chiesto ai cacciatori qual'era il sentiero che ci avrebbe condotto a Sora passando per le grotte, nonchè di fare attenzione perchè volevamo tornare incolumi a casa). Il tracciato in alcuni punti si confonde, e i bolli possono non essere più visibili, le grotte enormi sono ben visibili a disatnza (noi le abbiamo viste da lontano e solamente costeggiate in quanto sia il meteo sia la battuta di caccia in corso ci hanno obbligato a scendere in fretta).
La discesa in corrispondenza delle grotte è agevole su tracciolino battuto, poi diventa molto impegantiva, il sentiero 624 scende con buona pendenza e il terreno è friabile e scivoloso misto a sassi. Attraversato il fosso, inizia a spianare e diventa più battuto. Il panorama ora nel primo pomeriggio è molto tenue, le nuvole, il vento e il freddo si sono attenuati essendo riparati dalla montagna, ma la pioggia è prossima a cadere. Il tracciolino divenuto un ampia carrareccia prosegue in basso verso San Rocco, prendere a sinistra costeggiando i pini. Il sentiero 624 oramai prosegue obbligato sino alla Chiesa dei Padri Passionisti. Quì termina e si cammina lungo via delle Spinelle sino a raggiungere Piazza S.Rocco e la macchina, ore 13:30.
Parking

Piazza S.Rocco

Waypoint

Via Forca. Prendere a destra

Intersection

Sentiero 623 Serra Alta

Photo

Panorama all'alba

Waypoint

Stazzi pastorali

Summit

Cima di Serra Alta 1710m

Waypoint

Lapide in memoria delle vittime del disastro aereo

Waypoint

Resti Douglas DC-3 volo Itavia 703

Waypoint

Casale

Photo

Panorama

Photo

Cresta

Cave

Grotte del brigante Chiavone

Waypoint

Fosso da attraversare

Intersection

Proseguire a sinistra per il sentiero 624

Waypoint

Panorama lungo il sentiero 624

3 comments

  • Photo of Stefano Mila

    Stefano Mila Jul 16, 2020

    Ciao, sai dirmi se il rifugio nei pressi del relitto dell’aereo è raggiungibile con la macchina?

  • Photo of Marlow78

    Marlow78 Jul 16, 2020

    Ciao, perdonami ma non te lo so dire.

  • Photo of Stefano Mila

    Stefano Mila Jul 16, 2020

    Grazie comunque 😊

You can or this trail