Time  5 hours 16 minutes

Coordinates 2542

Uploaded November 29, 2016

Recorded November 2016

-
-
1,985 f
49 f
0
3.0
6.0
12.0 mi

Viewed 1312 times, downloaded 27 times

near Albenga, Liguria (Italia)

Questa escursione segue, fino a Sud del Poggio Brea, l'Alta Via Baia del sole (AVBS), un bel percorso molto panoramico che unisce sentieri in gran parte preesistenti. Ben segnalato, con l'aggiunta di una nuova variante, Itinerario è percorribile in ogni periodo dell'anno, sempre con la bella veduta dell’isola della Gallinara sullo sfondo Non presenta difficoltà tecniche, tuttavia lo sviluppo chilometrico richiede all'escursionista un discreto impegno. Le salite ai monti Bignone, Castellaro, Pisciavino e Tirasso permettono di apprezzare dei panorami notevoli su tutta la costa di ponente. Sulla vetta più alta del crinale del Monte Tirasso, in posizione dominante sulla cittadina di Alassio, è situato il santuario di Nostra Signora della Guardia, ancora oggi meta di pellegrinaggi da parte degli abitanti di Alassio e dei centri delle circostanti vallate del Merula, del Lerrone e dell’Arroscia.
Si inizia dalla diramazione a sinistra di Via San Calogero, (6 m) si risale una stradina asfaltata che passa a fianco dell’agriturismo Punta San Martino. Poco più avanti, ombreggiata dai cipressi, s’incontra la chiesetta di San Calogero. Si percorrono due brevi tornanti in salita deviando poi a sinistra su un bivio e seguendo la stradina segnata con un Quadro Vuoto e Due Bolli Rossi. Cinquanta metri più avanti si arriva al bivio tra il percorso per il Monte Bignone e la Via Julia Augusta. (30 m) dove si prosegue a destra in salita su una stradina asfaltata sempre con segno Due Bolli Rossi. Dopo un breve tratto rettilineo, il percorso supera un cancello e s’immette su una carrozzabile asfaltata più larga, in corrispondenza di un’ampia curva. Si percorre un tratto diritto, in ripida salita, uscendo poi a destra per una mulattiera che fiancheggia il muro di cinta di una tenuta. In seguito si entra in una bassa macchia mediterranea, risalendo un ripido sentiero con fondo roccioso che più in alto attraversa una sterrata. Svoltando a destra, a metà del tornante abbandonando il percorso contrassegnato, si prosegue per un sentiero a destra che risale la dorsale Est del Monte Rosso. Poco dopo si riprende la sterrata che salendo prosegue fino alla Necropoli Romana. (260 m) Dallo spiazzo del crinale, deviando a sinistra, si raggiunge un trivio caratterizzato da un cippo sormontato da una Madonnina con a fianco una segnaletica verticale. La mulattiera di destra, segnata con Due Crocette Rosse è diretta alla Fonte Carbonara e alla Madonna della Guardia, mentre la mulattiera diritta, segnata con le Due Bolli Rossi, prosegue per il Monte Bignone. (280 m) Si risale la costa Est del monte Bignone, sempre tra macchia mediterranea e corbezzoli, (distrutta da un incendio nove anni fa) con ampie vedute sulla Gallinara. Poco più avanti a sinistra, s’incontra e si tralascia, la diramazione indicata come “Sentiero dell’Onda” diretta ad Alassio.
Dove il sentiero spiana leggermente, si incontra un pilone votivo (330 m) e poco dopo i ruderi di Cà Bianca. Si attacca una ripida salita nella bassa macchia, prima diritta e con fondo ghiaioso in seguito tortuosa e tendente verso destra, fino a raggiunge la vetta del monte Bignone (521 m) da dove si domina la baia di Alassio, Capo Mele e un bel tratto della Riviera di Ponente. Sulla cima si trovano i resti di una postazione d’artiglieria contraerea e una casermetta cadente. Si procede verso Ovest in discesa, superando i ruderi di una casermetta e poco dopo davanti ad un’edicola sacra e dopo alcuni tratti di sentiero impegnativo, si arriva alla sella del Monte Bignone o di Solva (460 m). Da qui, a sinistra, un percorso che faremo al ritorno scende in direzione di Solva. Tralasciando il sentiero principale con i contrassegni Due Bolli Rossi, si compie una piccola variazione salendo, alla nostra destra, alla cima del monte Castellaro (507 m) e proseguendo in costa si ritorna sul sentiero principale fino alla sella ai piedi del Monte Pisciavino o Punta di Vegliasco. Qui si svolta a destra in salita, incontrando poche decine di metri più avanti il bivio tra il Monte Pisciavino e il Poggio di Brea. (500 m) Da qui il percorso, piega a destra sulla mulattiera segnata con Due Bolli Rossi, in leggera salita e a mezza costa entrando nel bosco. Noi proseguiamo con un sentiero in forte salita per raggiungere la cima del Monte Pisciavino (595 m) dove, proseguendo poi ad Ovest in discesa, si raggiungiamo la Sella di Caso (490m). Dal quadrivio della Sella di Caso si continua diritto seguendo, successivamente nel bosco, una mulattiera in salita con fondo in acciottolato fino ad incontrare la strada asfaltata per il Santuario. Dopo un breve tratto, la si abbandona per deviare a destra su un sentiero che sale in ambiente roccioso e alberato, fino ad un cancello che introduce nella pineta del Santuario.
Una ripida salita a mezza costa e un tornante seguito da una breve scalinata, porta sul piazzale del Santuario della Madonna della Guardia. (585 m) Il Monte Tirasso è in splendida posizione a cavallo tra la costa e la valle del Lerrone. Da qui si gode di uno splendido panorama. Scendendo al parcheggio del piazzale del santuario si imbocca a destra il sentiero, sempre con segnavia Due Bolli Rossi, che scende nel bosco fino all’incrocio con la SP55 che da Alassio conduce a Caso. (380 m) Svoltando a destra e subito dopo a sinistra si inizia una salita dapprima su asfalto e poi per sentiero che, con breve salita, raggiunge la Torre Pisana (425 m) per ridiscendere dal versante opposto fino ad incrociare la SP55 alla Crocetta. (355 m) Si seguono sempre i segnavia con Due Bolli Rossi. Attraversata la provinciale per Testico, sulla destra in discesa si prende per la Strada panoramica di San Bernardo e procedendo per asfalto, dopo breve taglio ad un tornante, si raggiungono i ruderi della Chiesa di San Bernardo del Seicento, crollata in seguito al terremoto del 1887, lo stesso che rase al suolo Bussana e Diano Marina. Lasciata alle spalle la chiesa si inizia, proseguendo a destra, la risalita verso la cima di Poggio Brea, lungo il sentiero che è stato ribattezzato Percorso Verde seguendo sempre il segnavia Due Bolli Rossi. Ai lati dello sterrato, in mezzo ai cespugli di ginestre e alla ricca macchia mediterranea, sono da anni installate delle attrezzature sportive per variare gli esercizi degli amanti del fitness. Si va dalle spalliere alle panche, dagli anelli alle parallele, tutte accompagnate da pannelli illustrativi e tabelle di allenamento divise per gradi di difficoltà.
Si raggiunge il Poggio Brea (371 m) che offre una bella veduta sulla Baia del Sole e su tutta la parte dell'AVBS fin qui percorsa. Dal pilone votivo della cima si scende direttamente alla sella sottostante dalla quale si diramano quattro vie. A sinistra si può scendere a Laigueglia seguendo il segnavia Due Bolli Rossi, mentre di fronte si prosegue in salita lungo uno sterrato molto ben visibile, con segnavia Rombo Rosso Vuoto, al Poggio Balie (310 m) ove la vista abbraccia anche la piana di Andora. Questo tratto viene utilizzato come via di fuga in caso di incendio dalla Protezione civile ed è stato pulito di recente. Dopo circa un chilometro di cammino sull'Alta Via Baia del Sole, il sentiero sfocia sulla strada carrabile che porta al campo sportivo di Laigueglia, nei pressi di due mulini a vento in proprietà privata. Da qui il percorso per Colla Micheri si snoda lungo l'asfalto, costeggiando villette a picco sul mare cresciute all'ombra dei pini marittimi fino a Case Oliveto dove una palina indica la direzione per il castello di Andora. Seguendo a destra il segnavia Bollo Rosso a il percorso, dapprima con strada e successivamente con mulattiera, porta dritti ai ruderi del castello medievale e alla chiesa romanica dei Santi Giacomo e Filippo.
Waypoint

Castro Andorae

Castro Andorae
Waypoint

Chiesa di San Bernardo (ruderi)

Waypoint

Edicola della Madonna

Waypoint

Monte Bignone

Monte Bignone 523m
Waypoint

Monte Castellaro

Waypoint

Monte Pisciavino

Monte Pisciavino 572m
Sacred architecture

Monte Tirasso Santuario N.S. Della Guardia

Waypoint

Poggio Balaie

Waypoint

Poggio Brea

Waypoint

Torre Pisana (ruderi)

3 comments

  • Photo of armagnak randazzo

    armagnak randazzo Nov 29, 2016

    gia' fatto?

  • Photo of armagnak randazzo

    armagnak randazzo Nov 30, 2016

    sempre preciso,peccato non aver visitato tutti i ruderi del castello di Andora .se lo facevamo perdevamo l'autobus.

  • Photo of Csesia

    Csesia Dec 1, 2016

    ....c'è un autobus ogni mezzora!

You can or this trail